L’intervento riguarderà complessivamente una superficie di circa 123.000 mq, con particolare attenzione alla vasta area dell’ex Caserma militare, sulle quale sono presenti numerosi edifici, in gran parte dismessi.

Lunedì 25 maggio – «Sarà l’Università di Padova a redigere il masterplan del progetto di recupero del complesso militare di Santa Caterina, in località Pestrino». Così palazzo Barbieri, dopo che quest’oggi la Giunta ha approvato la convenzione tra Comune e Università di Padova per il progetto di recupero dell’area, con una riqualificazione degli spazi che troveranno così diverse destinazioni.

bannersmartedizioni805x105

Tra queste, anche quella di polo unico di deposito del Comune di Verona, una sorta di grande spazio per gli archivi comunali, dei musei civici e per le scenografie areniane. Una soluzione, secondo l’Amministrazione, che «permetterà di abbattere i canoni di locazione che il Comune paga per gli spazi adibiti a deposito».

L’intervento riguarderà complessivamente una superficie di circa 123.000 mq, con una particolare attenzione alla vasta area dell’ex Caserma militare, sulle quale, oggi, sono presenti numerosi edifici, in gran parte dismessi. Ad illustrare la riqualificazione durante il punto streaming del sindaco, l’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala.

«Questo è il primo passo verso una completa riqualificazione di due importanti complessi monumentali della città –spiega l’assessore Segala –. Il masterplan sarà pronto a novembre ed i lavori per la riqualificazione della Caserma saranno completati in tempo per spostare, nei nuovi magazzini, quanto è oggi depositato all’Arsenale. In questo modo sarà possibile completare le ristrutturazioni previste anche nel complesso militare austriaco».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *